wedding

"La realtà è più eccelsa di quanto si possa riferire". Ralph Emerson Waldo

 

Sono una persona che abbraccia la vita, dotata di incrollabile fiducia nel dono che essa rappresenta. Riverso dove posso bellezza e amore, commovendomi di fronte a ciò che di bello il mondo ci riserva, esorcizzando la sofferenza che esso dispensa.

Umorale, empatica, creativa, leale.

Cerco la bellezza: dei gesti, della composizione, della luce, delle forme.

Prediligo uno stile fotografico pulito ed un approccio non invasivo; mi piace entrare in empatia con le persone che ritraggo e con l’ambiente che le circonda.

Una fotografia è come una barchetta di carta affidata alla corrente di un ruscello dalle mani ingenue di un bambino. La fotografia non ferma il tempo; ferma noi, se glielo lasciamo fare. Non renderò eterne le vostre emozioni (non saprei farlo neppure con le mie): esse, per loro natura, si vivono solo nel presente, nel "qui e ora"; il ricordo di un'emozione vissuta non la resuscita, ma ne genera una nuova ("ricordare è lo stesso di immaginare", scrive Ferdinando Scianna): questo è ciò che amo del fotografare un matrimonio; senza la presunzione di fermare il tempo, ma con il solo desiderio di contribuire al suo rinnovarsi. Vorrei che il vostro album di nozze fosse come quella barchetta di carta, libera attraverso le generazioni.

Immersa nel festoso caos del ricevimento, così come nell'emozionato silenzio della cerimonia, nel trambusto dei preparativi, o nella commozione del vostro primo ballo, lascio che la giornata che vivo insieme a voi si racconti, con tutto il carico di bellezza e di valore sociale, che non dimentico mai. Amo farlo con tutta la discrezione possibile, perchè per poter mettersi in ascolto, occorre lasciar calare il silenzio, affinchè il vortice di quanto vi accade e mi accade intorno sappia prender forma e suggerire una storia.

La vostra.